oro et lavora

Biografia:

Giornalista e fotografo freelance messicano che si è concentrato sulla

copertura di questioni umanitarie e ambientali. Il suo lavoro si è concentrato in

particolare sulla documentazione di storie di migrazione, confini ed estrazione di

risorse naturali, tra cui oro, madre e petrolio. Ha lavorato in diversi paesi e contesti,

tra cui Perù, Colombia, Marocco, Moldavia, Bangladesh e Palestina. Ha lavorato come

freelance per una serie di giornali, riviste e organizzazioni umanitarie internazionali. Il

suo obiettivo è catturare le periferie del mondo da un punto di vista intimo e umano.

Descrizione:

La Rinconada (Perù) è la città e miniera più alta del mondo. Tre decenni fa, migliaia di

individui attratti dalla corsa all’oro del XX secolo si stabilirono sulla cima delle Ande, la

catena montuosa più lunga del pianeta a 5.200 metri sul livello del mare, per estrarre

minerali da sotto un ghiacciaio.

Essendo una comunità mineraria illegale, gli abitanti non solo affrontano sfide fisiche e

naturali estreme, ma anche condizioni lavorative e sociali precarie. Senza contratti di lavoro,

benefici sociali, accesso all’acqua potabile, smaltimento delle acque reflue o gestione dei

rifiuti, questo insediamento umano sopravvive unicamente grazie alla speranza di un colpo

di fortuna come mezzo per sfuggire alla povertà estrema.

Le famiglie che abitano questa zona sopportano sia la brutalità del mondo naturale che la

crudele realtà di La Rinconada. In questo “inferno bianco”, come viene talvolta definito, le

donne sono emarginate e oppresse. I minatori credono che portino sfortuna e li costringono

a faticare non solo nelle loro case ma anche all’aperto, alla ricerca dell’oro tra i rifiuti

minerari.

In questa città, le forze dell’ordine sono scarse e le aggressioni e gli omicidi sono all’ordine

del giorno. Se qualcuno muore in questa terra desolata bianca e nessuno reclama i suoi

resti, diventerà semplicemente l’ennesimo individuo senza nome venuto, come tanti altri,

alla ricerca di un sogno.

Il progetto Oro et labora descrive l’esistenza in uno dei luoghi più inospitali della terra,

offrendo allo stesso tempo uno sguardo sulle lotte quotidiane degli individui che mettono in

pericolo la propria vita nel tentativo di migliorare le proprie fortune.

 

TEMI TRATTATI:

Inquinamento, ingiustizia sociale, miniere, lavoro.